Il nostro sostegno a Popolari per l’Italia: la lista collegata al PPE

martedì 9 aprile 2019 h.10,00, presentato presso la sala Stampa della Camera dei Deputati il simbolo della lista dei Popolari per l’Italia ( Popolari, Democratici e Cristiani insieme in Europa) per le elezioni europee del 26 maggio 2019 ed esposto il progetto politico assolutamente innovativo nel solco della tradizione.

La lista dei Popolari per l’Italia (Popolari, Democratici e Cristiani insieme in Europa) è formalmente collegata al PPE Partito Popolare Europeo, come si vede dal simbolo.

Innovazione e tradizione morale sono al centro dell’intervento del nostro presidente di Costruire Insieme, Sen. Ivo Tarolli

Oggi, martedì 9 aprile 2019 h.10,00, presentato presso la sala Stampa della Camera dei Deputati il simbolo della lista deiPopolari per l’Italia ( Popolari, Democratici e Cristiani insieme in Europa)per le elezioni europee del 26 maggio 2019 ed esposto il progetto politico assolutamente innovativo nel solco della tradizione.La lista dei Popolari per l’Italia (Popolari, Democratici e Cristiani insieme in Europa) è formalmente collegata al PPE Partito Popolare Europeo.Intervento di Ivo Tarolli

Pubblicato da Costruire Insieme su Martedì 9 aprile 2019

L’ex Governatore della Banca d’Italia Antonio FAZIO alla presentazione del contrassegno della lista PPI per le elezioni europee del 26 maggio 2019, presso la Camera dei Deputati, ha anche esposto il progetto politico assolutamente innovativo nel solco della tradizione.

L'ex Governatore della Banca d'Italia Antonio FAZIO alla presentazione del contrassegno della lista deiPopolari per l’Italia (Popolari, Democratici e Cristiani insieme in Europa)per le elezioni europee del 26 maggio 2019, presso la Camera dei Deputati, dove è stato anche esposto il progetto politico assolutamente innovativo nel solco della tradizione.La lista dei Popolari per l’Italia (Popolari, Democratici e Cristiani insieme in Europa) è formalmente collegata al PPE Partito Popolare Europeo.Intervento Antonio Fazio parte 1

Pubblicato da Costruire Insieme su Martedì 9 aprile 2019

L'ex Governatore della Banca d'Italia Antonio FAZIO alla presentazione del contrassegno della lista deiPopolari per l’Italia (Popolari, Democratici e Cristiani insieme in Europa)per le elezioni europee del 26 maggio 2019, presso la Camera dei Deputati, dove è stato anche esposto il progetto politico assolutamente innovativo nel solco della tradizione.La lista dei Popolari per l’Italia (Popolari, Democratici e Cristiani insieme in Europa) è formalmente collegata al PPE Partito Popolare Europeo.Intervento Antonio Fazio parte 2

Pubblicato da Costruire Insieme su Martedì 9 aprile 2019

L'ex Governatore della Banca d'Italia Antonio FAZIO alla presentazione del contrassegno della lista deiPopolari per l’Italia (Popolari, Democratici e Cristiani insieme in Europa)per le elezioni europee del 26 maggio 2019, presso la Camera dei Deputati, dove è stato anche esposto il progetto politico assolutamente innovativo nel solco della tradizione.La lista dei Popolari per l’Italia (Popolari, Democratici e Cristiani insieme in Europa) è formalmente collegata al PPE Partito Popolare Europeo.Intervento Antonio Fazio parte 3

Pubblicato da Costruire Insieme su Martedì 9 aprile 2019


“Se noi vogliamo essere ancora presenti, ebbene dobbiamo essere per le cose che nascono, anche se hanno contorni incerti, e non per le cose che muoiono, anche se vistose e in apparenza utilissime”
Aldo Moro

La Storia dei Popolari per l’Italia

l 15 novembre 2013 viene lanciato il manifesto per «un partito democratico, riformista ed europeista, in discontinuità con la stagione berlusconiana, profondamente alternativo alla sinistra, e degasperianamente alternativo alla destra» all’interno del Partito Popolare Europeo[6].

Il 23 novembre Mario Mauro, Lorenzo DellaiAndrea Olivero e Lucio Romano celebrano al Teatro Quirino di Roma l’Assemblea Popolare per l’Italia.

Il 27 novembre viene formato il gruppo al Senato Per l’Italia , mentre alla Camera dei Deputati il 10 dicembre viene formato il gruppo Per l’Italia. I due nuovi gruppi sono presieduti rispettivamente da Lucio Romano e Lorenzo Dellai[9][10].

I nuovi gruppi si collocano immediatamente nella maggioranza di governo a sostegno di Enrico Letta, nel cui governo i Popolari annoverano Mario Mauro come ministro della Difesa e Mario Giro come sottosegretario agli Affari Esteri.

Il partito dei Popolari per l’Italia viene fondato ufficialmente il 28 gennaio 2014 e Mauro ne diventa il presidente[11] Il consigliere Regionale (Basilicata) Avv. Aurelio Pace Coordinatore. Alla nuova formazione aderiscono dodici deputati, nove senatori e l’europarlamentare Potito Salatto.

L’8 febbraio 2014, durante il primo convegno, viene presentato ufficialmente il simbolo del nuovo partito in vista delle elezioni amministrative del 25 maggio[12].

Nel settembre del 2014 l’assemblea politica del Partito Popolare Europeo approva all’unanimità la richiesta di adesione dei Popolari al PPE[13].

Nel febbraio 2015 il Comitato operativo provvisorio decide di avviare la campagna di tesseramento che porterà entro il 2015 alla celebrazione del primo Congresso[14] nazionale.

Seguiteci su:

Lascia un commento

Ti piace questo sito? aiutaci a condividene i contenuti